“L’invisibilità dell’inverno” by Laura Pugno

Curated by Pietro Gaglianò

THE EXHIBITION:

Laura Pugno’s project for SRISA Gallery is titled L’invisibilità dell’inverno (The Invisibility of Winter), which is a title that invokes several elements recurrent in her artistic research. These include her intrigue with the sensorial dimension, its ambiguities and its contradictions, and landscape as a tool to increase or impede knowledge.

The works in this exhibition have a common reference to winter, the snow, the mountains, and they aim to focus an enquiry regarding the landscape and its contemporary representation. All human observations, even before the inclusion of the idea of representation, include an alteration of what is observed (both in cultural and in physical terms). Laura Pugno, with her synesthetic approach to things (the presence of things and their evocation), immerses herself in the many different ways the whiteness of the snow can dazzle and as a result manages to discover the most unexpected narratives, formalized in photos and sculptures that are showed here for the first time.

Il progetto presentato da Laura Pugno alla Srisa Gallery, L’invisibilità dell’inverno, richiama nel titolo molti elementi familiari alla ricerca dell’artista: l’orizzonte della sensorialità, la sua ambiguità e le possibili contraddizioni che contiene, la dimensione del paesaggio come estensione del conoscibile o come suo limite.

Le opere in mostra, annodate attorno al comune riferimento alla neve, alla montagna e alla rarefazione dello scenario invernale, nascono da una riflessione sulla possibilità di parlare oggi di paesaggio. Come l’artista sa bene, l’osservazione, anche prima di sollecitare l’intenzione della rappresentazione, implica un’alterazione di quanto si sta osservando (sia in termini culturali sia in termini fisici); Laura Pugno, con il suo approccio sinestetico alla presenza delle cose e alla loro evocazione mentale, si è immersa in più modi nel bianco abbagliante della neve e ne ha portato fuori alcune narrazioni inconsuete, formalizzate in fotografie e sculture che in parte vengono presentate qui per la prima volta.

THE ARTIST:

Laura Pugno (Trivero, 1975) lives and works in Turin. Her work has been shown in several museums and foundations as Forum Stadtpark, Graz (2018), Palazzina dell’Indiano, Firenze (2018), Casa Masaccio, Arezzo (2017), Fondazione Zegna, Trivero (2017), Magasin, Grenoble (2016), MEF Museo Ettore Fico (2016), Turin, La Biennale del Disegno, Rimini (2016), Museo del Territorio Biellese (2015), MART, Trento and Rovereto (2014), MAN, Nuoro (2013), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Turin (2012). She collaborated with several art galleries (Alberto Peola, Turin, Renata Fabbri, Milan, Erica Fiorentini, Rome, Studio la Città, Verona) for solo and group shows and she took part to residency programs, talks and workshops; amongst the others: Örö Residency, Finland; Dolomiti Contemporanee Residency, Belluno; Fondazione Spinola Banna, Turin; CARS, Omegna; Barriera, Turin; Cabinet, Milan; Mars, Milan; Progetto Città Ideale, Milan; GUM Studio, Turin; Cripta747, Turin; Geh8 Kunstraum, Dresden. In 2013 she won the prize Premio Cairo. In 2007 she co-foundend Progetto Diogene c/o, in which she coordinated the project Drawn Onward, a residency program in collaboration with P/////AKT. Amsterdam (NL). Since 2004 she is a teache at IED, Turin.

Laura Pugno (Trivero, 1975) vive e lavora a Torino. Recentemente ha esposto presso musei e fondazioni tra le quali: Forum Stadtpark, Graz (2018), Palazzina dell’Indiano, Firenze (2018), Casa Masaccio, Arezzo (2017), Fondazione Zegna, Trivero (2017), Magasin, Grenoble (2016), MEF Museo Ettore Fico Torino, (2016), La Biennale del Disegno di Rimini (2016), Museo del Territorio Biellese (2015), MART di Trento e Rovereto 2014), MAN, Nuoro (2013), Fondazione Sandretto Re Rebaudengo di Torino (2012). Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in gallerie (Alberto Peola, Torino, Renata Fabbri, Milano; Erica Fiorentini, Roma; Studio la Città, Verona) e ha partecipato a programmi di residenza, talk e workshop, tra i principali si ricordano: Örö Residency, Finlandia; Dolomiti Contemporanee Residency, Belluno; Fondazione Spinola Banna, Torino; CARS, Omegna; Barriera, Torino; Cabinet, Milano; Mars, Milano; Progetto Città Ideale, Milano; GUM Studio, Torino; Cripta747, Torino; Geh8 Kunstraum, Dresda. Tra i premi vinti ricordiamo il Premio Cairo nel 2013. La sua pratica artistica la vede impegnata nel Progetto Diogene c/o fondato nel 2007 nel quale ha coordinato il progetto Drawn Onward, progetto di residenza tra P/////AKT. Amsterdam (NL) e Progetto Diogene, Torino (IT) e dal 2004 è docente presso l’istituto europeo di Design (IED) nella sede di Torino.

EXHIBITION OPENING:

EXHIBITION DETAILS:

OPENING:

17th Jan 2019, 6:00 PM

DATES:

January 17 - February 10 2019 ,
Mon-Fri 10:00 am – 9:00 pm - free entrance

SPACE:

ADDRESS:

SRISA Gallery - Santa Reparata International School of Art
Via San Gallo 53r, 50129 Firenze

SHARE